A cura di Paola Berbeglia*

A segutio della ristrutturazione interna di Concord Europe il gruppo DEAR (Development Education and Awareness Raising) è diventato HUB 4 “Global Citizenship Education & People Engagement”.

Mission dell’HUB 4

Concord crede che l’educazione alla cittadinanza globale sia uno strumento fondamentale in una comprensione critica del mondo che ci circonda e nella creazione di una società civile globale.

Il cambiamento che vogliamo raggiungere:

  1. Educazione alla cittadinanza globale: vogliamo che le politiche europee a livello UE e degli Stati membri siano in linea con l’obiettivo di sviluppo sostenibile 4.7. Vogliamo che riflettano l’impegno di educazione alla cittadinanza globale, ivi incluso il suo finanziamento.
  1. Uguaglianza di genere: Vogliamo che le prospettive di genere sullo sviluppo sostenibile siano meglio veicolate all’interno della nostra rete e attraverso il nostro lavoro.
  1. Cambiamento di paradigma verso uno sviluppo sostenibile globale: vogliamo sviluppare un dialogo critico all’interno della nostra rete di membri e vogliamo una narrazione politica sui valori universali che sono alla base del cambiamento di paradigma (soprattutto nell’educazione allo sviluppo, nei percorsi sulla cittadinanza globale sviluppando una campagna di comunicazione ed un’attività di raccolta fondi).
  1. Pressione pubblica per la giustizia globale: vogliamo creare spazi per i membri al fine di promuovere l’impegno dei cittadini e incoraggiare azioni per la giustizia globale, rafforzando il nostro lavoro politico.

 

L’HUB 4 ha provveduto ultimamente alla nomina del gruppo di coordinamento (steering group), che è così composto:

Paola Berbeglia, CReA onlus (Italy)
Stefan Grasgruber-Kerl, Südwind (Austria)
Mari-Helene Kaber, Humana Estonia (Estonia)
Raffaela Kihrer, AS EAEA
Rilli Lappalainen, Kehys (Finland)
Bobby McCormack, Development Perspectives (Ireland)
Enric Roig, Fundacion FPSC (Spain)
CONCORD secretariat hub 4 focal point: Ella Masle-Farquhar

Muove i primi passi dentro la federazione anche il nuovo Inclusive Network Committee che si sta occupando di come facilitare l’ingresso di nuovi membri e di come rinforzare la compagine associativa all’interno di Concord, superando i tradizionali steccati come quelli fra piattaforme nazionali e family networks. Tra le prime attività il gruppo cercherà di misurare l’interesse espresso dai membri nei confronti delle varie attività di Concord, attraverso strumenti di survey. In queste prime battute il nuovo comitato dimostra sicuramente un accresciuto interesse della federazione verso la base e la sua partecipazione.

Ecco i componenti dell’ Inclusive Network Committee:

Soledad Briones Alcalá
Kate Carpenter
Carlos Cabo
Marina Sarli
Rilli Lappalainen
Farah Nazeer
Helene Debaisieux
Seamus Jeffreson
Daniel Svoboda
Cécilia Rolland
Ludmila Pata
Bénédicte Hermelin
Paola Berbeglia

 

Altri aggiornamenti

Dopo la scadenza del bando DEAR del mese scorso, molte delle nostre organizzazioni stanno aspettando l’esito della prima fase di valutazione . A proposito di bando DEAR, il gruppo multistakeholder è entrato in dialogo con la Commissione per proporre un testo adeguato rispetto alle sue regole di partecipazione, in modo da evitare quanto avvenuto nell’ultima occasione, ovvero la correzione di regole a bando aperto.

Tra le ultime attività a livello internazionale in ambito di Educazione alla Cittadinanza Globale è utile segnalare l’evento organizzato a Bucarest nei giorni scorsi. Un evento interessante che è riuscito a coniugare in modo informale ma professionale il mondo delle ONG, i rappresentanti dei Ministeri, esperti delle Nazioni Unite e giovani interessati ad orientarsi nella cooperazione allo sviluppo sostenibile e nell’educazione alla cittadinanza globale. L’attualità del tema Brexit ha sollecitato la riflessione su come rafforzare il senso dell’identità europea anche a livello educativo. Interessante anche la location presso l’Impact Hub di Bucarest.

*Gruppo DEAR Concord Italia – CReA

Tagged with →  
Share →